Ancora sulla B12

Alimentazione

vitamina B12Viviamo in un mondo che di naturale non ha più nulla. Questa è la sintesi. Siamo immersi in un ambiente inquinato a più livelli.

L’aria contiene molte sostanze tossiche, le emissioni di gas di scarico degli autoveicoli da sole costituiscono già un inquinamento significativo.

Dal cielo precipitano metalli pesanti, residui dei combustibile degli aerei. Anni fa, in una bella giornata di sole a Los Angeles, sono andato all’aeroporto a prendere una persona. Mentre aspettavo notai qualcosa di anormale. C’erano aerei che decollavano da più piste e altri che atterravano. Altri transitavano alti nel cielo e ad altezze più basse passavano elicotteri. A causa dei fumi di combustione dei reattori il cielo era di un colore violaceo a tal punto da oscurare il sole.
Sembrava proprio il cielo di Blade Runners.

Le scie chimiche sono trascurate, ma seri studi non pilotati dovrebbero essere fatti a riguardo.

L’acqua degli acquedotti è potabile solo per decreto, ma contiene metalli pesanti e altre sostanze chimiche. I fiumi e i laghi sono inquinati dagli scarichi industriali e urbani.

Il mare raccoglie di tutto, i pesci sono avvelenati dal mercurio e altri inquinanti.

La quantità di spazzatura che produciamo a causa dello stile di vita del terzo millennio è a dir poco allucinante.

La purezza dell’acqua, escludendo quelle che possiamo trovare in luoghi remoti e lontani dalla civiltà, viene stabilita in base al contenuto di “bassi livelli di…..” qualunque sostanza chimica residua di processi industriali o attività zootecnica e agricola. E’ difficile oggi capire cosa si intende per acqua pura. Batteriologicamente pura significa ben poco. Potrebbe contenere mercurio, cromo, cadmio, piombo ed essere batteriologicamente pura.

I terreni sono impoveriti dalla coltivazione intensiva, impregnati di metalli pesanti dei diserbanti e altre sostanze chimiche residue dei concimi.

Le onde elettromagnetiche delle emittenti radio e TV, dei telefoni, dei ponti radio costituiscono un inquinamento invisibile ma non per questo meno nocivo,

I cibi lavorati sono pieni di additivi di ogni genere come coloranti, conservanti, accentuatori di sapidità, aromi naturali solo di nome.

Nelle fogne hanno trovato alti livelli di prozac e viagra.

Nell’aria si può respirare cocaina.

E’ inevitabile che il nostro corpo sia inquinato da tutte queste sostanze, onde elettromagnetiche, farmaci, radiazioni e tutto il resto.

In questo inferno viviamo e per vivere il corpo oltre che respirare deve nutrirsi.

Qualsiasi modo decidiamo di scegliere per nutrirci, quello onnivoro indiscriminato che include ogni cosa che oggi vediamo in un supermercato, oppure vegetariano, vegano, crudista, fruttariano, tutti quanti siamo soggetti a carenze alimentari, non importa quanto si mangi.

Uno dei fattori importanti dell’alimentazione da considerare, non importa quale sia la scelta alimentare individuale, è la carenza di B12.

Nei miei articoli a riguardo, sostengo che l’uomo può ricavarla da alimenti vegetali, come fa appunto il gorilla. Allo stato in cui sono le condizioni del pianeta, devo riconoscere che questa verità è solo virtuale.

Sarebbe vero per un mondo in cui non esiste l’inquinamento da noi prodotto nei modi descritti all’inizio di questo articolo e l’elenco sicuramente non è completo.

Un gorilla che viene portato via dalla giungla e messo in uno zoo e quindi riceve il cibo dall’uomo, lo stesso che noi mangiamo, oltre ad alimenti che non si è mai sognato di mangiare, pastoni vari, nel giro di pochi anni si ritrova con solo il 30% di B12 che aveva quando viveva libero nel suo ambiente.

Facendo lo stesso paragone è come se ci avessero tolto dal nostro ambiente dei secoli passati, prima del progresso industriale e tecnologico, per metterci in questo ambiente del modo odierno.

Una dieta onnivora, per quanto tragga B12 da cibi di origine animale, essendo tale dieta inadatta per l’essere umano, porta allo sviluppo di malattie, disturbi e disfunzioni che rendono difficile il metabolismo della B12. Sintomi di carenze di B12 possono comparire pur avendo scorte di B12.

Per chi invece si nutre con una dieta priva di prodotti animali, la frutta e la verdura proveniente da suoli contaminati chimicamente, oltre al restante inquinamento globale, la rendono povera di alimenti nutritivi.

I nostri occhi non riescono a vedere il corpo umano nella sua totalità. Vediamo solo l’effetto di un processo ma non tutto il processo. Il corpo è un continuo processo a cui partecipano miliardi di microrganismi che contribuiscono allo svolgimento delle sue funzioni come la digestione, la fermentazione, la disintossicazione, ecc. Vivono all’interno del corpo ma anche sulla sua superficie.

Senza questi microrganismi saremmo morti. Quando alcuni tipi di questi microrganismi, per esempio quelli che costituiscono ciò che chiamiamo flora intestinale, non ci sono o sono carenti, avvengono delle disfunzioni.

Quando prendiamo in mano una zolla di terra e la osserviamo con i nostri occhi vediamo una massa di elementi compattati. Ma anche in quella zolla sono presenti microrganismi che diventeranno poi parte del patrimonio di un vegetale. Molti di questi microrganismi vengono uccisi dai prodotti chimici impiegati nell’agricoltura.

Quando compriamo un ortaggio o un frutto proveniente da tali coltivazioni e lo laviamo per cercare di eliminare sostanze chimiche dalla sua superficie, il suo patrimonio microbico è poi quasi inesistente.

Una volta mangiato, il pH alterato del corpo, di quasi tutte le persone ormai, dà il colpo di grazia ai pochi microrganismi, fra cui quelli che sono responsabili della sintesi della B12.

Anche se coltivassimo frutta e verdura in un terreno non trattato, gli altri fattori, inquinamento, ecc. renderebbero comunque impossibile la soluzione del problema. Tutti gli aspetti del problema dovrebbero essere trattati.

Quindi oggi è praticamente impossibile sintetizzare la B12 per l’essere umano ordinario.

A questo punto è necessario l’uso di integratori.

Esistono esami per determinare se c’è o meno tale carenza.

Gli esami per la carenza di B12

Chiunque presenti sintomi di carenza di B12 dovrebbe fare gli esami, includendo chi si nutre di cibi animali, perché anche se reperisse B 12 in quantità sufficienti tramite tale modo di alimentarsi, il suo organismo potrebbe avere delle disfunzioni che ne impediscono l’assimilazione. Questo è tanto più necessario oltre i 60 anni d’età.

Gli esami del sangue non danno risultati affidabili, anche quando vengono esaminati i livelli di altri elementi che si suppone essere indicatori della carenza o meno della B 12.

L’esame che determina con precisione il livello di B12 a livello cellulare/tessutale è la misurazione dell’ Acido Metilmalonico con uno speciale spettrometro di massa da un campione di urina. Questo esame è preciso al 99%. E’ pressoché infallibile.

Gli esami del sangue possono indicare che non c’è carenza di B12 quando invece c’è carenza a livello tessutale e viceversa.

Il test dell’ Acido Metilmalonico presente nelle urine è un esperimento funzionale. Dato che i livelli di Acido Metilmalonico sono correlati a un percorso metabolico della B12, l’Acido Metilmalonico presente nelle urine riflette l’attività della Vitamina B12 a livello tessutale/cellulare.

La conversione dell’ Acido Metilmalonico in Acido Succinico richiede la vitamina B12. La deficienza di vitamina B12 impedisce questo percorso metabolico e causa l’incremento del livello di Acido Metilmalonico. Quindi alti livelli di Acido Metilmalonico nelle urine indica un deficienza di B12.

Facendo il test dell’Acido Metilmalonico delle urine su 35 persone anziane non anemiche, il 49% risultò carente di B12 nonostante nel sangue avesse un normale livello di B12.

Usando lo stesso test delle urine su 54 vegetariani il 43% (23 su 54) aveva un livello anormalmente alto di Acido Metilmalonico indicando deficienza metabolica di B12. Di questi 23 l’83% (19 su 23) avevano un livello normale di B12 nel sangue.

Chi dovrebbe fare il test.

Ognuno che ha:

  • Cambiamenti di condizioni mentali
  • Sintomi motori o neurologici
  • Chirurgia gastrointestinale
  • Anemia
  • 60 anni d’età – ogni anno( a 50 anni ogni 5 anni fino all’età di 65)
  • Sotto i 60 con i sintomi neurologici inspiegabili
  • Dieta vegetariana rigorosa dopo un anno sulla dieta.
  • Epidemia
  • Consumo di integratori di folati
  • Neonato esclusivamente allattato al seno da madre vegan o madre affetta da anemia perniciosa
  • Sintomi infantili possono includere: irritabilità, anoressia, mancata crescita, letargia, stato comatoso, apatia, anemia, ipotonia, ritardo nello sviluppo, iperreflessia (esagerazione dei riflessi)
  • sintomi che fanno sospettare sclerosi a placche
  • Malattia autoimmuni
  • Pancreatite cronica
  • Morbo di Crohn

Sintomi neurologici:

  • parestesia (anomalia della percezione delle sensazioni)
  • Debolezza o affaticamento
  • Dolori muscolari
  • Senso alterato di posizione o di vibrazione
  • Percezione alterata del tatto o del dolore
  • Atassia
  • Passo anormale
  • Riflessi diminuiti
  • Alterazione inspiegabile del gusto o della vista
  • Impotenza
  • Incontinenza urinaria o fecale
  • Segni di Lhermitte (improvvise scosse elettriche lungo la spina dorsale flettendo la testa)
  • Segni di Romberg (aumentata instabilità stando in piedi con gli occhi chiusi)

Sintomi psicologici:

  • Perdita di memoria
  • Disorientamento
  • Apatia
  • Irritabilità
  • Paranoia
  • Depressione
  • Allucinazioni
  • Comportamento violento
  • Psicosi
  • Cambiamenti di personalità
  • Demenza

Ho sintetizzato evitando termini tecnici, l’originale è in inglese Nel testo originale sono usati gli acronimi:

MMA (MethylMalonic Acid) ——————— Acido MetilMalonico

UMMA (Urine MethylMalonic Acid) ——————— Acido MetilMalonico riscontrabile nelle urine

SMMA (Serum MethylMalonic Acid) ——————— Acido MetilMalonico riscontrabile nel sangue

Non so se questo esame viene fatto in Italia, se vi sono laboratori attrezzati o meno.
Questo articolo non intende invalidare in alcun modo le varie diete e, nel contesto di questo sito, tanto meno la Dieta Senza Muco, ma considerando, a seguito di recenti osservazioni, su come è veramente ridotto questo pianeta, e necessario assicurarsi di mantenere il livello necessario di B12 per evitare il manifestarsi di sintomi indesiderabili.

Per conoscere i dettagli sull’esame per la carenza di B12:
www.B12.com

Negli articoli o nelle colonne laterali del sito inserisco link a prodotti pertinenti che se acquisti le società alle quali sono affiliato incluso Amazon mi riconoscono una piccola percentuale. Consideralo un compenso meritato per il tempo impiegato per gli articoli che pubblico che molti utenti ritengono utili.

Comments are closed.

Pin It on Pinterest